martedì, agosto 23, 2011

La realtà

Alpi e nubi
Di sera. Solo, per una volta. Mentre cambio canale alla ricerca di notizie dalla Libia o sulla manovra finanziaria raccolgo questo breve passo del poeta portoghese Fernando Pessoa:
«Ripassa domani, realtà 
Basta per oggi, signori.»
Spengo la TV e cerco un libro. Non ne trovo uno adatto e mi tuffo in un plico di fumetti onirici e visionari acquistati ad una bancherella dell'usato lo scorso fine settimana.

* La foto è stata scattata a Serfaus, in Austria e, come al solito, è open source. Fatene ciò che desiderate.
~

3 commenti:

Aliza ha detto...

ti è andata bene, direi, tanto il domani arriva prontamente. Ciao

Kylie ha detto...

A volte è meglio pensare al domani in effetti.

Buona giornata.
Baci

Ibadeth ha detto...

Sempre che a uno riesca, di tener fuori la realtà. A me riusciva benissimo quando ero giovane; adesso che sono attempata mi riesce sempre più difficile sbarrare la porta davanti ai pensieri realistici e in larga parte molesti. Andavo a letto e, prima di addormentarmi, mi facevo un sacco di film e mi raccontavo un mucchio di storie.
Adesso vado a letto e penso alla vita sprecata, ai soldi che non ci sono, alla pensione che sarà misera, alla mamma, alle zie e ai gatti anziani e malati, alla scuola che sta per ricominciare (e quello è il meno)...

Mi sento fortunato