venerdì, gennaio 07, 2011

manager


Questa barzelletta è vecchia come il mondo. Mi fu raccontata la prima volta diversi anni fa, ma mantiene comunque una sua freschezza e realtà, probabilmente insita nel mestiere di manager in una grande azienda. A dire la verità, ci si riferisce ad una particolare figura che non è l'amministratore delegato o il direttore generale -questi sì pagati per decidere- ma al middlemanager, al capoufficio, al capo divisione o al direttore di negozio o di magazzino, che si trovano nell'ambigua situazione di dover dimostrare un qualche potere ma di essere spesso solo controllori dell'esecuzione di ordini che arrivano dall'alto. E probabilmente è giusto così, dato che altrimenti strutture molto grandi e ramificate diventerebbero velocemente ingovernabili.

Il Manager

Un ingegnere, manager della FIAT, decide di andare in pensione.
Ma dopo un po', annoiato, cerca di fare qualcosa per riempire il tempo e, visto che abita vicino alla campagna, va da un contadino e si dice disposto ad aiutarlo (gratis).
Il contadino, guardandolo con aria dubbiosa gli fa: "Lei che mestiere faceva? Mi faccia un po' vedere le mani". Poi constatato con chi ha a che fare cerca di dissuaderlo.
Ma il manager insiste, pieno di buona volontà; così il contadino gli dice di tornare l'indomani all'alba.
All'alba infatti l'ingegnere si presenta puntuale e il contadino gli mostra due ettari di terreno da concimare con il badile e una montagna di letame dietro l'angolo della cascina.
Sul far del mezzogiorno decide di andare a controllare dicendo fra sè "Forse ho esagerato, poveraccio, tre giorni di un lavoraccio gli ho dato, a lui che era un dirigente di azienda...!!!"
Ma, appena girato l'angolo della cascina...MERAVIGLIA! L'ingegenere sta li, fregandosi le mani ed il mucchio di letame è volatilizzato: tutto concimato in 6 ore!
"Caspita manager, niente male. Niente male! Torni pure domani se vuole".
L'indomani, all'alba, l'ingegneresi presenta puntuale e il contadino lo porta in un magazzino dove c'è una montagna di patate e diversi sacchi di juta.
"Vede ingegnere qui ci sono patate di tutte le taglie, bisogna mettere le grosse tutte insieme nei sacchi, così le piccole assieme fra loro e le mezzane anche".
A mezzogiorno torna a controllare speranzoso, perchè pensa fra sè "Uno di quel livello chissà cosa ha fatto oggi, va bene che è un lavoro di due giorni, ma uno come lui...".
Entra nel magazzino e con stupore constata che le patate sono ancora tutte nel mucchio e i sacchi di juta vuoti, mentre l'ingegnere è li pensieroso palleggiandosi fra le mani una patata piccola ed una grossa.
"Eh, mah ...manager come mai! Ieri quel risultato e oggi nemmeno un sacco"
"Beh, sa, noialtri manager finché c'è da spalare merda siamo imbattibili ma se c'è da prendere una decisione..."
~

1 commento:

Kylie ha detto...

La conoscevo ma è sempre simpatico rileggerla.

Baci

Mi sento fortunato