domenica, ottobre 05, 2008

Non poter correre

Sono entrati nel mio ginocchio, per togliere il menisco, due venerdì fa. Il menisco lo hanno lasciato perché sano, ma hanno tolto tutti i frammenti di legamento crociato che ingannavano la risonanza magnetica. Quando gli ho chiesto quando mi avrebbero ricostruito il legamento, mi hanno spiegato che si vive bene anche senza, e che, in fondo, ho passato i quarant'anni.
In un momento di ottimismo, il dottore mi ha consigliato di provare a fare una corsetta tra un paio di settimane.

Tornato a casa camminavo, aiutandomi appena con la stampella.
Giovedì ho fatto la visita di controllo ed il dottore, contento, mi ha consigliato di rinunciare a medicamenti e stampelle. Il giorno successivo mi si è gonfiato il ginocchio. Oggi cigola e duole e mi costringe ad appoggiarmi alla carrozzina del tamagotchi per camminare almeno un po'.

Da quando parlo del mio ginocchio ho scoperto che un sacco di persone che conosco hanno tolto menischi o ricostruito legamenti, praticamente tutti i miei coetanei o coetanee che praticano sport.

Molti mi dicono che gli interventi sono veloci e risolutivi, ma che non correrò più.
~

2 commenti:

susanna ha detto...

Alla mia Mamma dissero qualcosa d'analogo, sedici anni fa: debolezza del legamento crociato, cure palliative (elettrostimolazione e ionoforesi), operazione meglio di no perché non era una calciatrice e in ogni caso spesso, come è capitato a te, poi ci si deve muovere con cautela e non si riacquista la salute al 100 x 100. Ora il dolore è tornato... e la Mamma se lo tiene, finché è sopportabile.
Mi dispiace per te: dal poco che so di te, mi sembri un tipo che ama fare sport. Forse però si tratta solo di avere molta pazienza, magari il tuo ginocchio ritornerà non dico in splendida forma, ma quasi...
In bocca al lupo!
gatta susanna

Davide Baroncelli ha detto...

Nuoto?

Mi sento fortunato